Governo Renzi: poker o bluff ?

Idea Giovani18 February 2014

Siamo proprio strana gente noi italiani. Critichiamo sempre tutto e tutti, ma quello che è peggio è che lo facciamo, tante volte, prima che ci sia l’oggetto del contendere. Il caso di Renzi ne è l’esempio più evidente: non è ancora nato il suo Governo e già i “tifosi” avversari si sono scatenati, proprio come nel calcio dove l’obiettività non è di casa e regna solo il tifo cieco. In politica non c’è il tifo cieco, ma la cieca ideologia di parte.  Ma credo che non sia il solo Renzi vittima degli attacchi delle tifoserie avversarie, se fosse incaricato di formare il Governo Berlusconi o Grillo nulla cambierebbe. E qui sta il vero problema di noi italiani: il paraocchi, o si fa come voglio io oppure distruggo tutto, per partito preso. Non sarebbe il caso di prendere l’esempio dalle democrazie anglosassoni dove si prende atto delle elezioni di un certo esecutivo e poi alla fine se ne valuta l’operato, riconferma dolo o bocciandolo ? Ma è così difficile ? Non sono grillina, ma se per esempio  il M5S mi dimostrasse che opera per il bene del Paese perché dovrei contrastarlo solo perché non la penso come loro ? Purtroppo credo sia solo un sogno sperare che il bene di tutti noi vada oltre interessi ed ideologie di parte. Ma diventeremo mai un popolo che ragiona per il bene di tutti e non solo per una certa parte ?

IL 2014 SARÀ FINALMENTE LA FINE DEL PORCELLUM ?

Idea Giovani 7 January 2014

Non sono così poi tanto convinto che esista la vera volontà di cambiare il famigerato Porcellum. D’accordo che sono stati giudicati incostituzionali dalla Consulta sia il premio di maggioranza senza soglia che le liste bloccate, ma come hanno reso noto gli stessi Giudici “Le motivazioni del pronunciamento saranno rese note con la pubblicazione della sentenza, che avrà luogo nelle prossime settimane e dalla quale dipende la decorrenza dei relativi effetti giuridici” il che, tradotto, significa che al momento il Porcellum è tuttora in vigore. Ammesso che, visti i tempi biblici della Giustizia amministrativa, si arrivi a decidere prima di una eventuale quanto possibile ritorno alle urne quando l’incostituzionalità del Porcellum sia definitivamente sancita, perché in caso contrario si andrà a votare comunque con il Porcellum, resta il problema di vedere se le forze politiche in campo riusciranno a trovare una condivisione sulla nuova legge elettorale. E qui vedo i maggiori problemi: ciascuna forza politica ha al momento una propria proposta naturalmente mirata al raggiungimento della migliore soluzione pro domo sua. Stante questa situazione la vedo molto difficile che si possa trovare una sintesi delle varie posizioni. E come sempre gli interessi dei Partiti prevarranno su quelli di noi cittadini perché ho molta paura che il posto del porcellum sarà preso da uno dei tanti “porcellini” che sento proporre. Ma dovremo subire in eterno questa situazione ?”

NEL 2014 CAMBIERÀ FINALMENTE LA POLITICA ?

Idea Giovani30 December 2013

L’anno che si chiude credo sia stato uno dei peggiori anni per la Politica. Polemiche, divisioni, processi, proclami, ma poco di concreto sul tema Riforme, in primis lavoro e tasse. E il Paese soffre. Ma sembra che gli interessi sacrosanti degli italiani, o almeno la maggior parte di tutti noi, non siano la priorità per la nostra politica tutta. Neanche la riforma delle legge elettorale è stata concretizzata, troppi gli interessi delle singole forze politiche perché ciascuna cerca di potersi avvantaggiare, e questo significa che se si andrà ancora a votare con il porcellum l’instabilità sarà nuovamente garantita. L’irresponsabilità regna sovrana, poco importa se a pagarne le conseguenze siamo e saremo sempre noi, la “poltrona” è un’attrazione irresistibile per la nostra classe politica. Ma continuando su questa strada la protesta inevitabilmente monterà sempre di più con conseguenze imprevedibili. L’augurio che faccio a tutti noi è che nel 2014 qualcosa possa cambiare davvero, perché cari politici, se non cambieranno le cose ne pagheremo tutti le conseguenze, voi compresi. Auguri a tutti.”

TROPPI PINOCCHIO IN POLITICA

Idea Giovani16 December 2013

L’ambientazione non è quella della favola di Collodi, ma purtroppo è quella del Paese reale, comunque il personaggio Pinocchio si è addirittura moltiplicato. Berlusconi aveva promesso 1 milione di posti di lavoro e benessere per tutti, sappiamo come è andata. Prodi aveva promesso la riforma delle Legge elettorale e la risoluzione del conflitto di interesse, sappiamo come è andata. Monti aveva promesso la svolta economica dell’Italia in 18 mesi, sappiamo come è andata. Letta aveva promesso meno tasse per tutti ed incentivi per tutti, sappiamo come è andata. Il tutto con la supervisione di Mastro “Giorgio” Geppetto … Poi è arrivato Grillo che prometteva che avrebbe aperto il Parlamento come una scatola di tonno, ma la scatola è ancora ben sigillata. Adesso arriva Renzi che promette che con lui l’Italia risolverà tutti i suoi problemi in un battibaleno … Arriverà mai la Fata Turchina a smascherare le bugie dei nostri politici ? Speriamo presto …

CADE O NON CADE ?

Idea Giovani11 December 2013

E’ assurdo questo tiramolla sul Governo: cadrà o non cadrà, sembra di sentire Greggio a Striscia, ma qui non siamo in un Tg satirico, è in gioco il nostro futuro. Renzi dice che se lavora lo sosterrà, ma lascia spazio ad ogni possibile soluzione. Alfano con il suo nuovo centro destra lo sostiene strenuamente anche perchè nuove elezioni sarebbero una grossa incognita per il suo nuovo Partito.  Grillo visto che poco è stato fatto da questo Governo urla ai 4 venti elezioni subito, certo di un nuovo consenso elettorale.  Forza Italia vuole andare a nuove elezioni per sfruttare l’effetto martire di Berlusconi. Lega, Sel e Casini aspettano sulla sponda l’evolversi degli eventi. Ma alla fine chi deciderà, piaccia o non piaccia sarò sempre Napolitano, oramai diventato, soprattutto grazie a Pd e vecchio Pdl, il vero decisore delle sorti del Paese. Però in questi giorni è comparso sulla scena il cosiddetto Movimento dei Forconi che sta cercando di paralizzare il Paese con proteste anche violente, e che non si capisce bene chi ne sia il regista. Resta purtroppo un’unica certezza: l’incertezza …”